L'Evoluzione attraverso i circuiti-radio


Questo sistema di comunicazione venne utilizzato in entrambe le Guerre Mondiali.  

I primi ricevitori erano di tipo asintotico: ogni segnale che riceveva l'antenna veniva trasmesso e ascoltato dalle persone, questo determinava radio molto poco selettive (non si riusciva a selezionare un solo canale escludendo gli altri), ma anche molto care.  

Nel 1864 Maxwell fece importanti scoperte come le leggi della riflessione della radiazione elettromagnetica, cioè le leggi che regolano il comportamento delle onde, che vennero impiegate specialmente nell'uso di radar.

 

Successivamente lo scienziato americano H.C. Dunwoody, nel 1906, brevettò un rivelatore a cristallo, base della radio a galena, che si diffuse negli anni 20: essa funziona in base alla proprietà del cristallo rettificatrice, non hanno un prezzo elevato e quindi erano alla portata di più persone.

  Nel 1883 Edilson inventò le radio a valvola, o radio a reazione che sostituirono le radio galena.   Essa sfrutta la proprietà degli elettroni liberi:
se si porta un pezzo metallico all'incandescenza, esso emette elettroni liberi, che ad una temperatura abbastanza elevata superano la barriera di potenziale che li trattiene nel metallo, un fenomeno chiamato "emissione termoionica" e scoperto da Edilson.







   

Paul Bennett

..."Sono stato un puntino nella vostra storia. Oggi ho rivissuto la mia storia."...


Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione Rover Joe - Via G. Della Chiesa - 43030 Fidenza (PR) - Tel. 0524/524060